Storia

Nel 1965 su iniziativa dell'Arciprete Don Giovanni Conti, del Cav. Paolo Minelli e del presidente provinciale di Asti Comm. Boss, viene costituita sul piazzale antistante la chiesa Nostra Signora di Lourdes la Croce Rossa di Montegrosso d'Asti. Di lì a poco si costituisce il gruppo con i primi volontari.

1965-1967
La sede non esisteva la prima ambulanza FIAT 750, targata CRI era rimessa nel garage del Comune. Le chiamate per i servizi erano ricevute presso il telefono del negozio commestibili di Macario Sandro fino al 1966. Dopo tale data subentra come gestore del negozio il volontario Scarfiello Rocco, che durante la giornata faceva il centralinista, autista o barelliere cercando la disponibilità dei volontari per eseguire i servizi richiesti. Non esistevano i turni, ma c'era molta disponibilità sovente di tralasciava il lavoro nei campi, nelle vigne, nei negozi o botteghe e... si partiva.

1968-1982
L'attività prevalente era l'emergenza con un recapito telefonico presso il Bar Ristorante della Stazione gestito dal volontario Maschio Angelo che effettuava i servizi più urgenti, chiedendo aiuto ai volontari disponibili. In questo periodo il numero dei Volontari aumenta notevolmente, arriva un Fiat 238 con targa civile con sigla AT 81 in seguito un Fiat 238 con tetto rialzato AT 82. I volontari erano presenti presso il bar con l'ambulanza e attendevano le chiamate. Esisteva un elenco dei reperibili a disposizione se nel momento in cui si riceveva la chiamata non c'erano volontari presenti. Il territorio coperto era quello di Montegrosso, Agliano, Montaldo Scarampi, Mombercelli. Nell'ultimo periodo del mandato del Cav. Bianco Tommaso il comune concede in comodato d'uso alla Croce Rossa i locali che diventeranno l'attuale sede, anche se al momento sono ancora occupati.

1983-1999
Finalmente i locali concessi in comodato d'uso entrano in possesso della Croce Rossa e sotto la guida delle Delegata Piumatti Luciana iniziano i lavori di ristrutturazione per trasformare quello che negli ultimi anni era un magazzino nell'attuale sede. Tutti i volontari sono impegnati ed in particolare Duretto Romano e Cavagnino Livio, in quanto muratori, Forno Luigino per l'impianto idraulico e Quaglia Teresio per l'impianto elettrico.
Nell'agosto 1987 viene organizzata la "Raccolta del Ferro", coinvolgendo i volontari e molti cittadini, con un incasso di Lire 7.609.600. Si finiscono i lavori di ristrutturazione delle nuova sede e iniziano i turni con i volontari presenti in sede durante il giorno, durante la notte è attiva una segreteria telefonica, con volontari e ambulanza reperibili da casa. In questo periodo di maggior crescita del gruppo di Montegrosso d'Asti oltre alla sede vengono anche inaugurate 3 Ambulanze, 1 pulmino e 1 auto.

Copyright 2016 Croce Rossa Montegrosso d'Asti - P.IVA 01558700058 - Privacy - Realizzato da Jwebs